Registratore di cassa 30

https://whitify.eu/it/

In vitro (fecondazione in vitro è spesso l'ultima risorsa per le coppie in cerca di un figlio. È un processo che richiede tempo e stressante, ma molte coppie felici possono, grazie a questo modulo, prendersi cura della prole desiderata, anche quando altre forme si sono dimostrate inaffidabili. Il trattamento conta sulla connessione di uno sperma con un uovo in condizioni di laboratorio, al di fuori del corpo femminile.

Le indicazioni per lo stile possono essere in parte corrette per un partner (riduzione dei parametri dello sperma e anche per uno familiare (ostruzione delle tube, incapacità di ovulare. Un'indicazione comune per la fecondazione in vitro è l'infertilità idiopatica, le cui cause rimangono sconosciute. Prima di condurre in vitro, il paziente deve eseguire una serie di test di laboratorio e da un partner per il test dello sperma. Quindi, i futuri genitori devono esprimere una conoscenza scritta della procedura. Un'altra forma è la stimolazione ormonale (farmacologica di una donna per aumentare il numero di uova mature. I farmaci, d'altra parte, il loro dosaggio è determinato individualmente da uno specialista, insieme ai prodotti di precedenti test del paziente. La fase successiva è ottenere le uova della donna nel titolo designato dallo specialista. La procedura viene eseguita in anestesia generale e dura diversi minuti. Implica la puntura dei follicoli visibili in entrambe le ovaie come fluido follicolare contenente ovociti. Allo stesso tempo, il partner del paziente riferisce per la donazione di sperma (si consiglia di conservare diversi giorni di astinenza sessuale prima dell'intervento chirurgico. Il secondo periodo è il legame degli ovociti raccolti con gli spermatozoi in condizioni di laboratorio. Gli embrioni formati in questo esercizio sono collocati in un'incubatrice, dove ci sono ragioni ideali per la loro crescita. Dopo alcuni giorni, vengono posizionati nell'utero del paziente usando un catetere sottile. Questo momento del metodo non è pericoloso, quindi non richiede l'anestesia. Dopo il trasferimento dell'embrione, il paziente deve limitare l'attività fisica (è richiesta una breve astinenza sessuale e passare a un semplice stile di vita. Dopo una dozzina di giorni, deve presentarsi in clinica per ricevere una gravidanza biochimica. Nella quinta settimana dopo l'intervento chirurgico, è necessaria un'ecografia che confermi la gravidanza. In caso di fallimento, è possibile ripetere la procedura mantenendo embrioni di riserva pronti. Secondo le ultime ricerche, l'efficacia in vitro è di circa il 40%. Tuttavia, questo metodo è l'ultimo servizio per le coppie che cercano un figlio senza successo.